L’arte della Pizza come Patrimonio dell’Umanità

margherita-pizza-993274_1280

Una volta Matilde Serao in un suo articolo scrisse che la pizza, tolta dal suo ambiente napolitano, pareva una stonatura e che pensare di poter mangiare la pizza in un’altra città che non fosse stata Napoli significasse pretendere di poter mangiare il castagnaccio toscano a Palermo o il panettone milanese a Cagliari. Parole evidentemente affrettate e ardite quella della nota giornalista e scrittrice, presto sconfessate dalla fortuna non solo locale, ma successivamente anche internazionale ottenuta dalla pizza.

Non a caso proprio in questi giorni la Commissione nazionale italiana per l’Unesco ha avanzato all’unanimità per il 2017, la candidatura e riconoscimento dell’arte dei pizzaiuoli napoletani come Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Si tratta di una candidatura di eccezionale significato poichè la pizza rappresenta la tradizione e produzione alimentare italiana per eccellenza nel mondo.

Numerose e disparate sono state le ipotesi sull’origine della pizza. Certo è che in ogni luogo, presso tutte le popolazioni primitive e povere, si è sempre consumato un sottile impasto di acqua e farina di cereali cotto sulla brace o al forno ma condito soltanto a fine cottura. La vera innovazione che ci ha tramandato la pizza nelle forme che conosciamo, risale alla fine del ‘700 quando i napoletani ebbero l’intuizione di cospargere di condimenti la superficie della pasta spianata prima di infornarla così da consentire all’impasto di assorbirne i sapori durante la cottura.

Dalla seconda metà dell’800, condimento incontrastato della pizza divenne il pomodoro, condimento di base di un cibo che, nato povero per i poveri, rischia di imbastardire sempre più a causa di estrose mode create per cucine e palati pseudo sopraffini.

E allora lunga vita alla pizza margherita, la regina di tutte le pizze. Perché ad una regina di nome Margherita, moglie del re Umberto I di Savoia, nel 1889 il pizzaiolo Raffaele Esposito intitolò l’omonima pizza ancora oggi la più famosa al mondo.

 

Laura Piccolo

Annunci

Vuoi saperne di più, dirci cosa ne pensi o richiedere info? Scrivici un commento qui sotto:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: