La peste in città. Dalla Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli al Largo del Mercatello.

locandina-peste-1

In quel terribile maggio dell’anno 1656 si diffuse rapida la notizia che a Napoli,alla fine, c’era la peste.
Chi o cosa era responsabile? Forse l’acqua santa era stata avvelenata con una polvere micidiale, magari era colpa del baccalà marcito che era venduto a poco e sfamava intere famiglie. Qualcuno, una monaca di casa che viveva sulla montagna di Sant’Elmo, sbraitava che era tutto a causa di una promessa non mantenuta se la città di Napoli adesso se ne moriva per la peste. E che Dio era infuriato perché non era stato costruito il convento di Suor Orsola. Qualcun altro dava la colpa a Masaniello.
La peste del 1656 fu un fatto urbano perché dopo qualche mese la gente infetta infestava le strade e quella sana si chiudeva in casa.
Ma quali furono i luoghi della peste? La città intera alla fine di maggio fu sigillata con la creazione di cordoni sanitari che dovevano impedire agli infetti di entrare e uscire dalle porte cittadine.
“Non vi era più luogo da seppellire, né chi seppellisse: videro questi occhi miei questa strada di Toledo, dove io abitava, così lastricata di cadaveri che qualche carrozza che andava a Palazzo non poteva camminare se non sopra carne battezzata.Queste le parole di Carlo Celano.

Questa è la storia di un medico coraggioso, di un abate stolto e di un popolo terrorizzato che ricorre alle immagini prodigiose con la speranza di scampare al morbo o guarire, come la Madonna di Costantinopoli che già durante la peste del 1528 compì il miracolo della fine dell’epidemia.
Dalla Porta San Gennaro, al luogo di ritrovo dell’Accademia degli Oziosi fino alla Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli, che conserva la venerata icona. Procederemo di Porta in Porta fino al Largo del Mercatello: visiteremo i luoghi e rievocheremo insieme quei tragici giorni in cui, secondo alcuni, la città di Napoli fu “assassinata” dalla terribile pestilenza e in cui disperatamente ricorreva ai suoi potenti santi.

Sabato 19 novembre ore 10,00

Appuntamento: Porta San Gennaro, ore 10.00
Guida: Pamela
Contributo organizzativo: 8 euro

Il tempo stabilito per l’accoglienza e le pratiche associative è di 15 minuti. L’itinerario avrà inizio tassativamente subito dopo, grazie a tutti i soci per la collaborazione alla buona riuscita delle attività.

NOTA BENE: Le visite sono dedicate ESCLUSIVAMENTE AI SOCI LOCUS ISTE.
Ancora non sei un nostro socio? Puoi associarti gratuitamente in modo facile e veloce compilando il modulo on line: CLICCA QUI. Sarai il benvenuto!

COME PRENOTARSI ALLE VISITE?

Per partecipare alle visite in calendario la prenotazione è OBBLIGATORIA e deve avvenire ENTRO E NON OLTRE LE ORE 19.00 DEL GIORNO CHE PRECEDE LA VISITA ed esclusivamenteATTRAVERSO I SEGUENTI MODI:

– CONTATTO TELEFONICO:
Telefona alla Segreteria locus iste +39/3472374210 per richiedere informazioni e prenotare la tua partecipazione (ATTENZIONE: NON INVIARE SMS, MESSAGGI IN SEGRETERIA, MESSAGGI WHATSAPP. Non sono ritenuti validi ai fini della prenotazione e non avranno risposta).

 INVIANDO UNA MAIL:
Scrivi all’indirizzo di posta elettronica locusisteinfo@gmail.com, indicando sempre il NUMERO DEI PARTECIPANTI e UN RECAPITO TELEFONICO per essere ricontatti e aggiornati di qualsiasi informazione inerente la visita.

– COMPILANDO IL MODULO DI PRENOTAZIONE ONLINE:
È facile, veloce e ti permette di specificare anche il numero di persone: CLICCA QUI PER APRIRLO 

Ricorda bene: non verranno prese in considerazione le prenotazioni avvenute dopo l’orario stabilito e nei modi diversi da quelli indicati.

Ti aspettiamo!


Seguici sulla Pagina Facebook

Annunci

Vuoi saperne di più, dirci cosa ne pensi o richiedere info? Scrivici un commento qui sotto:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: