Raccontami San Domenico

 

In San Domenico Maggiore sono racchiusi secoli di storia e storie. Il primo nucleo del complesso, in origine basiliano, sorge nell’XI secolo con nome diverso, quello di S. Michele Arcangelo a Morfisa.

Nel 1231 arrivano a Napoli i domenicani che in seguito, aiutati dallo slancio di fede e dalle copiose risorse di Re Carlo II d’Angiò, danno poi origine al convento più dotto di Napoli. Bisognava insegnare la fede con più cuore e dottrina!
Sede della Facoltà di Teologia, le sue sale universitarie riecheggeranno delle parole di San Tommaso d’Aquino, il giovanissimo frate che parlò con Dio stesso. Fu lui, il padre della tomistica, a decidere di mettere da parte il latino della teologia e di parlare al popolo napoletano in volgare, in modo che tutti potessero comprendere.
A  San Tommaso  è legato anche il ricordo del prodigioso Crocifisso che gli parlò proprio tra le mura della sua cella in San Domenico Maggiore, oggi straordinariamente aperta al pubblico.

Le splendide navate gotiche lasciano presto spazio alla scultura del Rinascimento. È nella penombra mistica delle cappelle della chiesa che scopriamo i sepolcri nobiliari di neapolitani insigni opera dei maestri dello scalpello del ‘500 come Giovanni da Nola, Tommaso Malvito e Girolamo Santacroce. Sono quelle le stesse cappelle che di lì a poco ospiteranno i capolavori di Raffaello, Tiziano e Caravaggio, prima che i furti e i trasferimenti forzati ne lascino solo una vaghissima memoria.

Alla fine del Quattrocento il re di Napoli Alfonso il Magnanimo inaugura un nuovo tipo di sepoltura, la mummificazione e conservazione dei corpi dei reali in cassoni detti “Arche” e la loro sistemazione in bella vista nella zona dell’altare, quasi una santificazione. Le Arche di San Domenico Maggiore divennero famosissime e dal XVIII secolo sono custodite nella preziosissima Sagrestia affrescata dal più geniale maestro dei soffitti dipinti, Francesco Solimena.

Le storie di San Domenico Maggiore sono molte di più, il luogo che possiamo visitare oggi è anche il risultato di secoli di terremoti, incendi e misteriosi cataclisimi che ne hanno mutato il volto più volte restituendoci quello che ai nostri giorni si presenta come il più straordinario esempio di stratificazione architettonica che abbiamo in città.

sabato 15 aprile, ore 10,15

Appuntamento: Piazza San Domenico, ore 10.15 

Quota sociale: 7 euro + 5 euro ticket ridotto ingresso percorso museale DOMA

NOTA BENE: Le visite sono dedicate ESCLUSIVAMENTE AI SOCI LOCUS ISTE.
Non non sei ancora un nostro socio? Puoi associarti gratuitamente in modo facile e veloce compilando il modulo on line: CLICCA QUI

Evento realizzato in collaborazione con DOMA

Come prenotarsi per la visita?

Il tempo stabilito per l’accoglienza e le pratiche associative è di 15 minuti. L’itinerario avrà inizio tassativamente subito dopo, grazie a tutti i soci per la collaborazione alla buona riuscita delle attività.

NOTA BENE: Le visite sono dedicate ESCLUSIVAMENTE AI SOCI LOCUS ISTE.
Ancora non sei un nostro socio? Puoi associarti gratuitamente in modo facile e veloce compilando il modulo on line: CLICCA QUI. Sarai il benvenuto!

COME PRENOTARSI ALLE VISITE?

Per partecipare alle visite in calendario la prenotazione è OBBLIGATORIA e deve avvenire ENTRO E NON OLTRE LE ORE 19.00 DEL GIORNO CHE PRECEDE LA VISITA ed esclusivamenteATTRAVERSO I SEGUENTI MODI:

– CONTATTO TELEFONICO:
Telefona alla Segreteria locus iste +39/3472374210 per richiedere informazioni e prenotare la tua partecipazione (ATTENZIONE: NON INVIARE SMS, MESSAGGI IN SEGRETERIA, MESSAGGI WHATSAPP. Non sono ritenuti validi ai fini della prenotazione e non avranno risposta).

 INVIANDO UNA MAIL:
Scrivi all’indirizzo di posta elettronica locusisteinfo@gmail.com, indicando sempre il NUMERO DEI PARTECIPANTI e UN RECAPITO TELEFONICO per essere ricontatti e aggiornati di qualsiasi informazione inerente la visita.

– COMPILANDO IL MODULO DI PRENOTAZIONE ONLINE:
È facile, veloce e ti permette di specificare anche il numero di persone: CLICCA QUI PER APRIRLO 

Ricorda bene: non verranno prese in considerazione le prenotazioni avvenute dopo l’orario stabilito e nei modi diversi da quelli indicati.

Ti aspettiamo!


Annunci

Vuoi saperne di più, dirci cosa ne pensi o richiedere info? Scrivici un commento qui sotto:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: